Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Museo Malacologico Malakos – Città di Castello

APERTO e visitabile tutto l’anno la più grande collezione privata d’Europa di conchiglie da tutto il mondo

Museo Malacologico Malakos di Città di Castello - Umbria
Tutto l'anno Umbria -Città di Castello (PG)  Bambini | Mostra | Museo/ Visita | Natura

RIAPERTO DAL 29 MAGGIO 2020
Orari di apertura:
Da martedì a venerdì 10,00 > 12:30 e nel pomeriggio 15,00 > 17
,00
Sabato e festivi nel pomeriggio aperto fino alle 18,00
Chiuso il lunedì, il 25 Dicembre e l’1 Gennaio
Accessi scaglionati per garantire il distanziamento interpersonale
La PRENOTAZIONE non è necessarua ma è CONSIGLIATA  per evitare code.
Per prenotare telefonare a 349 582 3613 o inviare una mail >>>

E’ OBBLIGATORIO arrivare muniti di MASCHERINA
________

Il Museo Malacologico Malakos di Città di Castello è visitabile tutto l’anno e mette in mostra la più grande collezione privata d’Europa di conchiglie e custodisce esemplari provenienti dal Pacifico, dall’Oceano Indiano, dal Mar Rosso e dal Mediterraneo.

Il Museo è stato inaugurato i primi di Aprile 2017 e si trova nella Villa Cappelletti a Città di Castello, in provincia di Perugia.
L’esposizione è stata realizzata grazie al lavoro del biologo Gianluigi Bini che ha raccolto e studiato 15 mila specie diverse di conchiglie e ne ha curato l’esposizione all’interno del museo.

La visita inizia con un’introduzione al mondo dei molluschi e nella sala di paleontologia si approfondisce la formazione della terra.
Nelle sale di biogeografia, le vetrine sono allestite dando una ricostruzione fedele della fauna e degli ambienti, anche inusuali, in cui sono state trovate le conchglie. Per esempio si possono osservare, mangrovieti, zone abissali, vedere lumache di terra di grandissime dimensioni o predatori marini dal veleno mortale.
Il Museo Malacologico Malakos di Città di Castello ospita anche una ricostruzione di una barriera corallina, composta da materiali provenienti dai sequestri del corpo forestale dello stato.

La collezione di 600.000 esemplari, appartenenti alle 15.000 specie studiate, è messa a disposizione per la ricerca e gli specialisti.
Ogni esemplare è registrato su database, consultabile e visionabile solo su prenotazione.
Il museo è anche registrato su ResearchGate dove si possono scambiare opinioni e richiedere materiali o informazioni.

Per  saperne  di più  >>>  

Notice: Undefined offset: -1 in /home/rhwodbue/ibe.weblabdesign.net/wp-content/themes/ibe theme/single-evento.php on line 179